Friday, 7 March 2008

Lacrime di coccodrillo

Così come i feroci coccodrilli piangono dopo essersi mangiati la prole, la sinistra versa lacrime piene colme di retorica e paraculaggine ogni volta che ci scappa il morto sul posto di lavoro. Invece di manifestare per queste cose, i sindacati scendono in piazza per difendere mille altre cose...

Ora comunque si sta toccando il fondo, PD e Cosa Rossa si stanno contendendo i superstiti del rogo alla Thyssen Krupp. Il primo l'ha candidato Valtere e si chiama Antonio Boccuzzi, poi per non essere da meno, Diliberto ha lasciato il suo posto in lista a Ciro Argentino.

Pare che Sinistra Critica stia battendo in lungo ed in largo Terni per trovare un altro ex Thyssen Krupp sopravvissuto a qualcosa per sbatterlo in una lista e fare subito un lancio d'agenzia. Al momento hanno trovato solo uno che si è sparato con la spillatrice in ufficio ed ha necessitato di un cerottino. Si vocifera addirittura che SC sia in contatto con la casa madre in Germania per causare un incidente di proposito in modo da toccare l'opinione pubblica ed avere finalmente anche lei quanche candidato buono.

Lo so, lo so, come articolo è di un cinico inverosimile, ma mi sembra che ci sia una corsa al superstite che sta avendo dei toni grotteschi. Più che candidare un operaio forse bisognerebbe pensare seriamente al perchè ci siano così tanti incidenti mortali sul lavoro in Italia. Solo che 200 pagine di ricerca e di proposta legislativa non te le "caga" nessuno, la povera vittima invece "tira" che è una meraviglia?

Giusto signor Veltroni? giusto signor Diliberto?

1 comment:

Dreamy said...

la stessa cosa che la Santanchè cercava di far capire alla D'Angeli ieri a porta a porta.