Wednesday, 16 January 2008

Vacche magre?

Uno dei più grandi modi in cui si è formato il consenso della "gente" verso gli appartai burocratici della UE è stato la profusione di regalie note al grande pubblico col nome di "fondi europei". Negli anni, infatti, hanno plasmato un intero elettorato a credere che, mentre i cattivi politicanti romani si ingrassavano a spese dei contribuenti, gli angelici eurocrati dispensavano danaro come coriandoli a carnevale, chiedendo in cambio solo che fosse messo in bella evidenza da dove venivano quei soldi, con tanto di bandierina a dodici stelle (si sa che la pubblicità è importantissima).

Oggi invece, su un pezzo apparso sul Corriere, Samuele Bersani, che in questo governo fa la figura dell' Homo Sapiens tra un branco di Neanderthal, ha finalmente ammesso che questa marea di soldi finanzia spesso progetti dal dubbio valore o ritorno (leggasi - cazzate), con grave scapito della collettività.

Ora leggendo il lunghissimo pezzo stavo pensando "finalmente!!", ma vorrei fare al Sig. Bersani (o a chi ha scritto l'articolo se le considerazioni sono le sue) un paio di osservazioni.

La prima è che parlare di fondi europei è fuorviante: quelli sono soldi nostri! Noi li versiamo alla UE e loro ce li rigirano operando una trattenuta per pagarsi i loro stipendi e le loro pensioni d'oro!

La seconda è che se si afferma "bruciati in migliaia di progetti senza capo né coda. " vuol dire ammettere che gli eurocrati che li giudicano idonei a ricevere finanziamenti sono degli incompetenti forse più atti a pulire le gabbie di uno zoo che ad amministrare la "cosa pubblica europea" (ammesso che questa cosa esista).

Comunque se adesso chiuderanno i rubinetti, come sembrerebbe dall' articolo, sotto il meridiano di Roma dovranno scobvare la maniera per far quadrare i conti...ecco un paio di suggerimenti:

1) Fate assumere come responsabile finanza Fausto Tonna, famigerato ex direttore finanziario della Parmalat s.p.a.

2) Secedete dall' Italia e fate separata domanda di ingresso/ingrasso UE per beneficiare delle generose concessioni per gli Stati entranti

3) Raccomandatevi alle varie Madonne regionali (dell' Incoronata, di Pompei...)

4 comments:

Demonio Pellegrino said...

bravo trattato, mi era venuto lo stesso dubbio leggendo il pezzo di bersani.

Due considerazioni: ha ragione Bersani nel dire che i fianziamenti sono usati a cazzo. Ma lui dov'era quando venivano usati a cazzo? E come mai in paesi come la Spagna con i finanziamenti europei ci si sono finanziati fior di opere e nel nostro sud invece nulla? Non e' che alla fine aveva ragione la lega prima maniera, e cioe' che veramente e' l'ora di secedere?

Trattato di Roma said...

ottimo Demonio, ma invece della secessione proporrei una successione....ovvero istituiamo un qualcosa che succeda al fallito esperimento dello Stato itlaiano, incapace di gestire qualsiasi cosa, dalla monnezza ai soldi!

nuovo medioevo said...

Mhh Fausto Tonna è molto abile . teniamo conto che ha venduto per oltre 10 anni titoli obbligazionari di una società già fallita (in stato fallimentare già dalla fine degli anni '80... infatti all'epoca i topi iniziarono ad abbandonare la nave) senza neppure farvi applicare uno spread rilevante sopra. Per cui fu, in un certo senso, un genio, un genio del male.
Detto questo anche io propendo per la successione : aboliamo lo stato Italiano e determinamo la Confederazione Italica, ogni città per i cavoli suoi con solo la difesa in comune , per non ripetere gli errori del secolo XIII. Perfino al sud questo gioverebbe, perchè finalmente dovrebbero risolvere i loro problemi senza chiedere "Solidarietà". Come primo atto arrestare tutto il governo e processare coloro che sono stati deputati, senatori e consiglieri regionali negli ultimi 20 anni. Ricordo che nell'Italia dei comuni al termine del mandato venivano processati i Podestà, sempre, e dovevano dimostrare di aver agito bene.
Ciao

Trattato di Roma said...

Nuovo Medioevo sono d'accordo su tutto, solo che io lascerei stare pure la difesa in comune e contratterei aziende private per ottemperare a questa (non)necessità...se hai letto il geniale "Comma-22" di Heller avrai sicuramente capito.

Anche il processo mi sembra un lusso per quella gentaglia...direttamente contro il muro, un'ultima sigaretta e poi fuoco!